1.082 Posts

Vivi Basket Napoli-Universo Basket Treviso 46-56

Parziali

22-16, 8-14, 3-14, 13-12

Vivi Basket Napoli

Perretti, Sveldezza 1, Agostini 2, Sargiotta 2, Crescenzi, Naviglio, Paterniti 7, Capezza 24, Sbaragli, Tolino 2, Cortese 3, De Felice 5

Coach Di Lorenzo, Assistente Abete

Partono a razzo i Blue sorprendendo i fortissimi ragazzi di Coach Galigani, secondi in Veneto. Buona difesa e attacco inarrestabile, i trevigiani non riescono a trovare contromisure al nostro attacco ed il primo quarto si chiude sul 22-16.

Nella seconda frazione TVB inizia ad intasare l’area e limita il nostro gioco, iniziando a prendere più rimbalzi. Si va al riposo sul 30-30.

Al rientro dagli spogliatoi Treviso stringe ancor di più in difesa e la stanchezza si fa sentire, 33-44 al 30′.

Nell’ultima frazione i Blue Pelicans alzano la testa e riescono a tornare sul -10 dal -15. Chiudendo sul 46-56.

Grande atteggiamento con una squadra quadrata che si giocherà nei prossimi due giorni la qualificazione alle finali nazionali. A noi il compito di smentire i pronostici.

Maggio 1979 – maggio 2018, sono passati 39 anni dalla mia prima finale interzonale a Matera. Giocavamo con gli under 17, si chiamavano cadetti allora, con i gruppi 1962/1963 a cui era aggregato Massimo Sbaragli, unico ’64, giocava Massimo Zollo, nostro coach della serie C, ma soprattutto professore universitario e ricercatore di fama mondiale. A quei tempi solo la prima su qualificava per la finale nazionale. Giocammo un grande primo tempo condotti dal formidabile Alfio Romito, reduce da un infortunio, mal curato perché una sera decise di levarsi il gesso per andare a ballare… Il rientro fu ritardato e quindi la condizione di allenamento era scarsa. Scoppiammo nel finale e ci massacró Spagnolo, il cognato di Roberto Cordella.

Oggi in panchina ci sarà il figlio di un giocatore che era a Matera con me.

Da allora tante altre finali, ci fermavamo davanti a Roma e Brindisi che poi primeggiavano in Italia. Memorabile la partita di Nocera con il Banco Roma, persa dopo un supplementare, in una struttura pressostatica con temperature africane.

L’ultima mia da coach è stata nel 2011 a Livorno, vincemmo la prima, con la Benetton fummo superati nell’ultimo minuto, per poi perderci in un bicchier d’acqua con Rimini, troppo convinti che fosse facile.

Oggi si riprende, è stata dura arrivarci, in un anno sciagurato per la chiusura degli impianti napoletani, siamo stati bravi e da stasera ce la giocheremo con tutti. Dopo tre anni di rincorsa c’era arrivato anche lui, ma purtroppo Alessandro Mansi il nostro capitano non ci sarà, si è operato martedì al crociato. Ci torneremo l’anno prossimo Ale!

La tensione è la stessa, gli avversari molto forti, noi con 12 esordienti su 13 a questo livello.

Quello che provo a trasmettere ai ragazzi la felicità è la gioia di esserci, dare il massimo di ciò che sappiamo fare. Senza se e ma, solo tanto senso di realtà in cui conta troppo l’apparenza è troppo poco l’essere se stessi!

Vivi Basket!

ASD Pallacanestro Cercola-Vivi Basket Napoli 53-43

Parziali

6-9, 21-14, 21-8, 5-12

Vivi Basket Napoli

Aorta 4, Saggiomo 2, Moretti 4, Scolpini 1, Crescenzi 2, Ianniruberto, Prete 13, Sbaragli GL 11, Sbaragli GM 3, Palumbo, Orefice 2, De Luca 1

Coach Ponticiello, Assistente Abete

Cercola gioca per qualificarsi con Vivi Basket già tranquilla. Ma i Blue non ci stanno a perdere e per 20′ conducono giocando bene in difesa e correndo in contropiede. I soliti errori da sotto impediscono di concretizzare il vantaggio.

Al rientro dagli spogliatoi i ragazzi di Ponticiello si riportano sopra ma lentamente la fame di vittoria di Cercola prevale e chiude la partita. Nell’ultimo quarto i Blue Pelicans si riavvicinano senza però impensierire i padroni di casa.

Basket Mugnano-Megaride Basket Napoli 70-60

Parziali

13-7, 13-18, 27-15, 17-20

Megaride Basket Napoli

Zollo 5, Bauduin 1, Crescenzi, Gallo 20, Iorio, Menditto 7, Puoti 7, Bordi 16, Capezza 4, Tolino, Cortese

Coach Zollo, Assistente Abete, di Lorenzo

Partita tesa a Mugnano con i padroni di casa , guidati con saggezza da Angelino prevalgono alla distanza.

Parte bene la squadra di coach Olivo che contiene in difesa e approfitta dei tiri affrettati e sbagliati dei Blue.

Nel secondo quarto si inverte la tendenza, la Megaride corre in attacco, non lasciando la transizione ai gialli. Solo i tanti errori da sotto ed ai tiri liberi, fanno chiudere il primo tempo sul 26-25.

Al rientro dagli spogliatoi purtroppo i Blue Pelicans, continuano ad abboccare alla trappola degli avversari che chiudono l’area e lasciano il tiro da tre. Tanti errori e forzature in penetrazione lasciano un contropiede facile. Si chiude sul 53-40 al 30′.

Nell’ultimo quarto la Megaride si riporta sul -8, ma i troppi errori danno il via libera al Mugnano.

Si chiude il sipario e ci si prepara alla prossima gara secca. Una settimana difficile in cui ci si concentrerà sull’under 16 che da giovedì a sabato giocherà la finale interregionale a Rieti con Treviso, Ferrara e Bernareggio per poi giocare lo spareggio domenica!

Forza ragazzi mai mollare!

Megaride Basket Napoli-Basket Mugnano 58-49

Parziali

13-6, 19-11, 14-14, 12-18

Megaride Basket Napoli

Zollo 9, Crescenzi 3, Gallo 24, Iorio, Menditto 5, Agostini, Puoti 4, Bordi 11, Tolino, Cortese 2

Coach Zollo, Assistente Abete

Basket Mugnano

Del Duca 12, Del Gregorio 9, Vaccaro 7, Angelino 7, D’Angelo 6, Sarnataro 4, Civita 2, Pascarelli 2, Cotena, Verde, Montanino

Coach Olivo, Assistente Punziano

Si va a gara 3, in una partita brutta ma che ha visto i Blue Pelicans restare sempre sul pezzo anche nei momenti in cui la palla non entrava e troppe palle perse rischiavano di dare la partita a coach Olivo. Ma due parziali nei finali dei primi due quarti i ragazzi di Zollo piazzano il break. 33-16 al 20′.

Nel secondo tempo gli ospiti passano a zona ma la Megaride gioca con tranquillità, sempre con qualche errore di troppo ma resta il gap.

Nell’ultimo quarto ancora molte palle perse fanno avvicinare gli ospiti con la difesa ed un paio di contropiedi i Blue chiudono la partita.

Ci si giocherà tutto nell’ultima partita!

Vivi Basket Napoli-Juve Caserta 58-29

Parziali

17-10, 15-7, 17-5, 9-7

Vivi Basket Napoli

Aorta 2, Saggiomo 11, Moretti 6, Scolpini 2, Crescenzi 5, Postiglione 2, Prete 4, Sbaragli GL 6, Sbaragli GM 13, Palumbo 5, Orefice 2, De Luca

Coach Ponticiello, Assistente Abete

Juve Caserta

Albano 9, Aglione 7, Tassinari 4, Macaluso 3, Petriccione 2, Carangio 2, Lo Strato 2, Imbriano

Coach Petroccione, Assistente Callipo

Vivi Basket vince con una Juve Caserta con molte assenze, disputando una partita a due colori. Buone azioni ma anche tanti errori da sotto.

Sabato prossima sfida con Cercola.

Promobasket Marigliano-Vivi Basket Napoli 50-91

Parziali

6-23, 4-18, 16-22, 14-17, 10-9

Vivi Basket

Perretti 3, Sveldezza 2, Agostini 12, Naviglio, Paterniti 11, Capezza 25, Tolino 15, De Felice 7, Saggiomo 3, Crescenzi 2, Moretti 1, Sbaragli, Cortese. Coach di Lorenzo Assistenti: Abete- Ponticiello

Positiva amichevole dei Blue Pelicans con l’under 18 Elite del PromoBasket Marigliano.

Tornano in campo dopo tre settimane di allenamento per una partita in cui provare il classico ma agonistico. Bene un po’ tutti come intensità difensiva e fluidità in attacco, spazio anche per i ragazzi del 2003 aggravati alla squadra.

Lunedì si torna in palestra per continuare la preparazione all’interzona che ci vedrà all’esordio giovedì 24 maggio a Rieti con il Treviso Basket.

Mugnano Basket-Megaride Basket Napoli 74-64

Parziali

18-13, 23-17, 14-15, 19-19

Megaride Basket Napoli

Zollo 7, Crescenzi, Gallo 20, Iorio, Menditto 2, Agostini, Puoti 9, Bordi 23, Capezza 3, Tolino, Cortese

Coach Zollo, Ass. Abete, Schisano

Mugnano Basket

Angelino 25, Del Duca 12, Del Gregorio 10, Pascarelli 9, D’Angelo 9, Sarnataro 6, Vaccaro 3, Verde, Cotena, Civita, Montanino, Barone

Coach Olivo, Ass. Punziano

La Megaride subisce l’esperienza dei ragazzi di Olivo per 35′ non riuscendo a sbrogliare la matassa. Ritmo troppo basso, troppi errori dalla corta distanza e nei tiri liberi. Sul -13 a cinque minuti dalla fine reagisce ma non riesce a concretizzare l’occasione ed approfittare del nervosismo sul campo. Sul -8 non realizza per 1’30’.

Mercoledì si gioca gara due al Palabarbuto!

Megaride Basket Napoli-Virtus Monte di Procida 58-61

Parziali: 18-17, 14-20, 16-16, 10-8

Megaride Basket Napoli

Zollo 8, Bauduin, Crescenzi 3, Gallo 21, Iorio, Menditto, Agostini, Puoti, Bordi 12, Tolino, Cortese 14

Coach Zollo, Ass. Abete

Virtus Monte di Procida

Nastri 17, Regio 17, Lucci 12, Barbieri 6, Lubrano L. 4, Esposito 3, Illiano 2, Fiorini, Lubrano G., Scotto di Mase, Adamo

Coach Parascandola, Ass. Romeo

La Megaride sfiora la vittoria perdendo al fotofinish con i più esperti ragazzi di coach Parascandola.

Partono bene i blu che conducono con sicurezza ma Nastri non ci sta e riconduce sotto gli ospiti.

Al rientro dagli spogliatoi l’equilibrio regna con Nastri e Regio a tirare i compagni, la Megaride non riesce a recuperare per qualche errore di troppo. Nell’ultima frazione gli ospiti sono in affanno ma i blu sbagliano qualche contropiede, due conclusioni vengono fermate con energia ma gli arbitri non intervengono. Si arriva all’ultimo minuto sul -1 e per due volte si sbaglia da sotto. Un peccato ma i ragazzi hanno giocato una buona partita con una squadra solida che ben guidata dalla panchina è riuscita a portare a casa il passaggio in C Gold.

Nel secondo quarto scappino via i Blue Pelicans, arrivano sul +9 ma subiscono il recupero degli avversari che con un 12-0 vanno al riposo sul +5.

Virtus Monte di Procida-Megaride Basket Napoli 70-54

Parziali: 18-11, 18-11, 19-16, 15-16

Virtus Monte di Procida

Regio 14, Nastri 13, Barbieri 11, Lucci 10, Lubrano L. 8, Illiano 7, Scotto di Madre 3, Fiorini 2, Esposito 2, Capuano, Lubrano G. Coach Parascandola

Megaride Basket

Zollo 11, Bauduin 3, Crescenzi 3, Iorio 2, Menditto 14, Agostini 2, Puoti 12, Capezza 4, Tolino 3, Cortese

Coach Zollo, Ass. Abete

La Megaride perde Gara 1 a Monte, ma lotta per 40′ con i suoi ragazzi.

I padroni di casa mettono sul campo la loro esperienza e tecnica.

Si inizia con i montesi a condurre 12-7 al 6′, per chiudere sul 18-11 il primo quarto.

Nel secondo quarto NAPOLI si riavvicina sul 20-15 ma i ragazzi di Valentino Parascandola scappano per chiudere il primo tempo sul 36-22.

Al rientro dagli spogliatoi Monte di Procida scappa sul 48-28, i blu reagiscono 48-34, la terza frazione si chiude sul 55-38.

Nell’ultimo quarto la Virtus chiude la partita arrivando sul 67-42, la Megaride non si arrende e arriva sul 70-54 al 40′.

Mercoledì al Pala Barbuto gara due con la squadra al completo ma sarà dura, si dovrà mantenere la grinta difensiva ed essere più precisi in attacco dove stasera abbiamo sbagliato troppo!