Coach On the Road: Edo Cafasso

Una storia esemplare ma diversa. Edo ha lavorato con noi per poco più di un anno, me lo presentò Aldo Russo.Ragazzo straordinario che poi si è dedicato allo studio e rapidamente ha trovato una brillante posizione lavorativa. Vivi Basket è anche questo!

  

Noi tutti abbiamo una passione che ci accomuna ed è la pallacanestro…chi come giocatore, chi come allenatore, chi come addetto alle statistiche chi semplicemente come accompagnatore o addirittura arbitro, ha nel sangue questa fede.

Siamo tutti dei piccoli poeti questo perché la nostra amata e dannata pallacanestro non è altro che “poesia in movimento”.

Lo sport più nobile che esista in cui tutti attaccano e tutti difendono. In cui tutti per giocare sono portarti a guardare sempre verso l’alto.

Come sapete la pallacanestro è stata, è e sarà sempre nelle nostre vite. 

È una maestra di vita.

Ci ha insegnato tante cose e tante altre dovrà ancora insegnarcele. 

Ad oggi purtroppo causa impegni lavorativi il mio rapporto con la pallacanestro si è leggermente affievolito…passare da coach e giocatore a semplice giocatore part-time…

Ma grazie alla pallacanestro sono passato da semplice ragazzo che viveva per la pallacanestro ad avere una mia indipendenza economica, lasciare Napoli e trovare un buon lavoro.

Ricordo che all’assestament day dell’azienda per cui lavoro oggi, la persona che doveva esaminarci, entrando nella stanza dove eravamo (8 persone) senza nemmeno salutarci ci chiese: 

“Chi è la persona che gioca e fa l’allenatore?!”

Ed io intimorito alzai la mano e dissi: “Buongiorno sono io. Edoardo Cafasso.”

(Mettete sempre sui vostri cv il che praticate pallacanestro qualsiasi sia la vostra posizione)

E da li volle che spiegassi a tutti gli altri esaminandi quale fosse stata la mia esperienza con la pallacanestro e in che modo mi avesse aiutato nella vita di tutti i giorni.

Dopo il primo colloquio, ci fu il secondo e poi iniziò la mia esperienza lavorativa con una delle più grandi multinazionali nel settore dell’elettrodomenstico. 

Ad oggi mi reputo un uomo che pian piano si sta formando sia professionalmente che umanamente prendendo la forza e la caparbietà che nascono dalla pallacanestro.

Essere determinato sempre come quando parti in penetrazione, essere deciso e forte come quando strappi un rimbalzo, essere altruista come quando fai un assist…raggiungere i tuoi obiettivi come quando segni il tiro della vittoria sullo scadere.

Un ringraziamento particolare va al mio “Boss”, “zio” e soprattutto AMICO Roberto di Lorenzo, il quale non solo mi ha dato l’opportunità di entrare a far parte di quella grande famiglia chiamata Vivibasket ma soprattutto di aiutarmi e supportarmi anche a km di distanza. 

Grazie amico mio.

Un abbraccio a tutti,

Edoardo.

Dimenticavo….amate la pallacanestro come amate le vostre donne!!!

Edoardo Cafasso

Tutte le testimonianze degli amici di chi Vivi Basket