Il Diario di Fonzy: parte la stagione del basket!

Finalmente siamo entrati nel vivo di quest’anno all’estero. La stagione di pallacanestro è iniziata e questa è sicuramente la cosa piú bella ed emozionante di quest’esperienza. Dopo queste due settimane di allenamenti ho capito che qui ai ragazzi che fanno parte della squadra è richiesto di essere atleti 24\7. Gli allenamenti sono tutti i giorni, eccetto la domenica, e sono di 3 ore l’uno, due giorni a settimana facciamo pesi (ognuno segue una scheda personalizzata fatta dal preparatore della squadra) e quindi in quei giorni facciamo 2 ore in campo ed una in sala pesi. Ad avere le strutture, lo faremmo pure in Italia penserete; Io sinceramente penso che ci sia anche un problema di mentalitá nell’approcciare allo sport non solo come un semplice passatempo, ma come una assunzione di responsabilitá (che include organizzarsi lo studio e venire tutti i giorni in palestra) e un modo per crescere come ragazzi.
In queste due settimane di allenamenti abbiamo fatto allenamento 12 giorni su 14, per un totale di 36 ore di allenamento in 2 settimane, e comunque non è la quantitá di allenamento, ma la qualitá che mi stupisce, mai una parola di troppo di qualche giocatore nei confronti degli allenatori o dei compagni, gli unici rumori che si sentono in palestra sono il fischietto del coach, le scarpette dei giocatori ed il parlare nelle collaborazioni difensive.
La nostra scuola ha tre squadre, di tre diversi livelli, in ordine di importanza Varsity, Junior Varsity e Freshman. In queste due settimane i coach di queste squadre hanno dovuto operare una scrematura sui circa 40 ragazzi che volevano far parte delle squadre. In queste due settimane ho dovuto dare il meglio di me per cercare di conquistarmi un posto nella squadra Varsity, perché ovviamente l’allenatore non mi conosceva e lui faceva affidamento sui suoi ragazzi che fanno parte del sistema americano da quando sono nati. Io comunque non mi sono perso d’animo e giorno dopo giorno ho sempre dato il massimo in allenamento scalando posizioni nelle graduatorie del coach. Infatti di quei 40 ragazzi solo a 7 di loro è stato giá assegnato un posto nella squadra varsity, ed uno di questi sette sono io; agli altri è stato detto che erano in dubbio se metterli nella squadra varsity o Jv o se metterli nella Jv o nella Freshman.
Comunque sia, ora che sono “sicuro” di un posto in squadra posso allenarmi con un po’ piu’ di tranquillita’, ma sempre dando il 101%, sia per migliorare come singolo, sia per cercare di conquistare ancora piu’ la fiducia del coach e diventare uno starter fisso.
C’è stata una riunione con i genitori in cui l’allenatore ha detto, “i tempi di gioco non saranno uguali per tutti ovviamente,metterò in campo chi penso che in quel momento ci possa dare piu’ una mano….agli allenamenti si arriva puntuali, pena la sospensione per una partita oppure in caso di ritardi o assenze ripetute sospensione dalla squadra (qui comunque i ragazzi sono autonomi,guidano tutti)… se vostro figlio torna a casa frustrato dopo una partita\allenamento non dovete assecondarlo e dirgli che lui ha ragione e l’allenatore é un cog……, ma farlo calmare e casomai farlo venire a parlare con me, oppure venite voi e cerchiamo di risolvere il problema…non cercate di dare consigli tecnici\parlare con i vostri figli mentre sono in campo o c’è un time out”!
Qui è una bella soddisfazione giocare ad uno sport a livello varsity perché, non essendoci college o squadre professionistiche nella cittá, tutta l’attenzione è concentrata sulle squadre dell’High School, con le dirette televisive e radiofoniche delle partite e le pagine dedicate a noi sui giornali. E tra poco le prime partite!
Alfonso Varriale

Ecco il link con il calendario:
http://www.lakesconference.org/g5-bin/client.cgi?cwellOnly=1&G5statusflag=view&schoolname=&school_id=1&G5button=13&G5genie=88&vw_schoolyear=1&vw_agl=4-2-199&category_sel=0&category=