Il diario di Fonzy: vita scolastica americana…

Il diario di Fonzy: vita scolastica americana…

12 settembre 2013 Non attivi Di dilorenzo

Oramai sono arrivato in America da 2 mesi. Dopo 8 settimane la vita inizia a diventare piu’ routinaria, ed inizi a non notare piu’ alcuni attegiamenti e modi di fare e di parlare che prima ti colpivano subito,anzi magari inizi ad assumerli. Questa appena iniziata, e’la mia terza settimana di scuola, dove ho gia’ fatto 2 test (Chimica e Scienze della nutrizione) che sono andati bene. Le piu’ grandi difficolta’ che si incontrano sono con la lingua, perche’ poi per il resto e’ facile capire gli argomenti ed assimilarli. Qui non e’ che si studia meno che in Italia,ma si studia in maniera differente, ogni giorno abbiamo lo stesso orario, e questo vuol dire che l’assegno e’ sempre per il giorno seguente, quindi assegnano “poco” ma tutti i giorni e non si formano arretrati di capitoli e capitoli e se magari sei assente un giorno salti poche pagine di spiegazione, non intere sezioni. Questa e’ stata,fortunatamente , l’estate piu’ torrida degli ultimi anni, con temperature sui 30 gradi; pero’ fra poco verra’ l’inverno che portera’ con se freddo,neve e ghiaccio. Io di mio non sono abituato a vivere queste temperature “glaciali” e mi dovro’ attrezzare con vestiti invernali pesanti che di solito in Italia non uso neanche in inverno. Pero’ allo stesso tempo non vedo l’ora che arrivi l’inverno, perche’ insieme a freddo e neve la stagione invernale porta con se’ la palla a spicchi ! La prima partita di campionato e’ stata fissata per il 15 novembre, quindi gli allenamenti dovrebbero iniziare per la fine di ottobre, e per uno come me, abituato a stare tutti i giorni in palestra, questo e’ fantastico!! In attesa che inizi la stagione sportiva, passo il tempo facendo nuove amicizie, dato che dopo 2 mesi e’ anche piu’ facile la comunicazione con gli altri ragazzi, con cui magari nei primi giorni non riuscivo ad interagire bene. Le cose procedono bene insomma, la mancanza dell’Italia c’è, ma nella giusta misura, con la consapevolezza che questa è un esperienza importante!