Serie C: la Megaride perde con onore a Scafati

Serie C: la Megaride perde con onore a Scafati

12 gennaio 2014 Non attivi Di dilorenzo

Cesarano Scafati – Megaride Napoli 65 – 46
Parziali 18 -15; 34-22; 53-36

Cesarno Scafati: Gargiulo, Di Lauro Ge. 11, Di Lauro Gi. 13, Catapano P. 4, Guadagnola 10, Catapano 6, Loggia 9, Esposito, Malpede 8, Vaccaro, Vitale, Cirillo. Allenatore Iovino

Megaride Napoli: Buongiovanni V., Esposito, Savarese 12, Illiano 3, Domenicone 6, Azan 5, Carbone 9, Conte 11, Buongiovanni L., Federico, Finamore, Vitiello. Allenatore: Barresi, Ass. All. Fonticelli

La Megaride Napoli si deve arrendere alla Cesarano, meritando però ampiamente l’onore delle armi. I giovani atleti di coach Barresi si presentano a Scafati privi della coppia di lunghi Di Girolamo ed Alfè e con l’altro giovane lungo Finamore con un ginocchio non al meglio.
La Megaride ha disputato una gara brillante giocando sempre a viso aperto con una buona difesa che ha costantemente alimentato il contropiede. La Cesarano da parte sua è apparsa solida e determinata nel punire con puntualità ogni errore avversario meritando ampiamente la vittoria.
Il primo quarto vede la gara disputarsi su ritmi altissimi grazie anche agli ospiti che spingono in tutte le azioni sull’acceleratore al fine di imprimere un ritmo alto alla gara. Scafati all’inizio appare sorpresa quando gli ospiti vanno in vantaggio fino al 6-11. A quel punto dopo un time out i padroni di casa rientrano in campo determinati e subito mettono a segno un parziale che li porta a chiudere il quarto iniziale sul 18-15.
Nella seconda frazione le troppe banalissime palle perse dei napoletani consentono agli scafatesi di scavare il primo break della gara che risulterà poi decisivo. Si chiude così sul 34-22 all’intervallo-
Nelle ultime due frazioni di gioco i padroni di casa spinti soprattutto dai fratelli Di Lauro controllano al meglio il vantaggio, nonostante i tentativi dei napoletani.
Il terzo quarto si chiude sul 53-36. Nell’ultima frazione gli ospiti tornano sul meno dieci ma di nuovo due banali palle perse consentono alla Cesarano di approfittarne subito per realizzare due facili contropiedi che chiudono virtualmente la gara.
La partita arriva al finale di 65 – 46, con un parziale finale forse troppo pesante per gli ospiti che comunque hanno mostrato alcune fasi di gioco assai brillanti e con tanti giovanissimi (97 e 98) che hanno tenuto il campo con autorità ed affidabilità.
Ottima gara trai padroni di casa del citato duo Di Lauro, tra gli ospiti buone le prestazioni di Savarese e Conte mentre capitan Domenicone ha disputato la solita gara di grande determinazione e solidità.