Under 17 Eccellenza: Una grande prestazione dei ragazzi di Lamberti, mette i brividi a Casalpusterlengo

Casalpusterlengo  63

Vivi Basket Napoli 53

Parziali: 22-16, 12-9, 15-13, 14-15

Casalpusterlengo

Bergamo, Brigato 10, Milojievic 2, Dincic 16, Rota 4, Maspero 7, Zucchi 5, Bassi, Giglioli, Fantauzzi 8, Fontana 11. Coach: Andreazza, Assistente: Bonacina – Rizzi

Vivi Basket Napoli

Cimminella 5, De Vita 4, Scalera 8, Delle Cave 2, Morgillo 14, Fiore, Esposito L. 6, Mennella 9, Cipolla, Zollo, Esposito GL, Bordi 3. Coach: Lamberti Assistenti: Ielasi – Caliendo

Ottima partita dei ragazzi di Alfredo Lamberti che giocano per 38′ alla pari con i fortissimi ragazzi di Casalpusterlengo. Sono stati fatali i primi due minuti con un parziale di 0-8, con il time out chiamato dopo 2’11” sul 4-11. A questa partenza sciagurata si aggiunge un 2/15 da tre punti e 7/13 ai tiri liberi.

Ma la forza dei ragazzi è stata quello di non arrendersi mai, di giocare con energia e riportarsi sempre a tiro.

La partenza è tutta dei rossi che cambiando sistematicamente difese disorientano i blu e lanciano il contropiede. Dopo la sospensione i nostri rientrano in campo chiudendo il gap fino al -4, per fermare il punteggio dei primi 10′ sul 16-22.

Nel secondo quarto i ragazzi di Andreazza schierano costantemente una zona 2-3 molto contenitiva che leva le penetrazioni pur mantenendo la pressione sugli esterni. I primi 20′ si chiudono sul 25-34.

Il terzo parziale ricalca l’andamento del secondo con Vivi Basket che allunga la difesa con la zona pressing costringendo gli avversari a diverse palle perse. Ma in questo frangente gli errori al tiro non permettono di accorciare le distanze. 13-15 il parziale con una bomba da metà campo sulla sirena.

Nell’ultimo quarto i ragazzi napoletani provano ad accorciare le distanze arrivando sul -7 a 2’30” dalla fine, una bomba viene sputata dal ferro, sul ribaltamento di fronte un fallo sul palleggiatore riporta sul -9 il punteggio. Scambio di canestri negli ultimi due minuti con due tiri liberi a tempo scaduto per CasalP che fissano il risultato.

Resta la amarezza per la sconfitta ma c’è da essere orgogliosi per il risultato raggiunto e la crescita dei ragazzi in questi 10 mesi. Abbiamo dimostrato che Napoli è la Campania sono in grado di competere a questi livelli. C’è ancora da lavorare ma questa è la strada da percorrere, se ciascuno sarà capace di partire da una attenta riflessione sui propri limiti e dare la massima disponibilità per lavorarci, le prospettive possono essere solo positive!