Il 2018 di Vivi Basket

Il 2018 di Vivi Basket

4 Gennaio 2019 0 Di adm

Si è chiuso un anno molto importante per noi, tante difficoltà ma, come nostra caratteristica, non ci siamo mai arresi ed abbiamo messo le basi per un nuovo futuro.

La più grande soddisfazione è stata il successo del nostro progetto “Jamme per lo sport inclusivo”, che ci ha visti vincitori tra oltre 600 progetti. Fondazione Vodafone ha scelto 23 iniziative da sostenere ed il nostro consorzio con Orsa Maggiore, Tutti a Scuola Onlus e Yuki Onlus è risultato vincente. Le attività sono nel pieno ed è entusiasmante vedere i ragazzi felici perfettamente integrati con i nostri agonisti.

Per il decimo anno la Fondazione Laureus ci ha accolto nella sua grande famiglia con i ragazzi di Soccavo dell’Orsa Maggiore. La cosa più bella è che tante ragazze si sono poi inserite nei gruppi agonistici, in una importante continuità di integrazione che è uno degli scopi del progetto.

Per il basket è stata durissima, la chiusura delle palestre del Polifunzionale ci ha costretto a diminuire drasticamente le nostre attività (il 60%) e ad emigrare a Casalnuovo per le gare di campionato, Determinante l’aiuto e la collaborazione che ci ha dato Antonio Caliendo senza di lui sarebbe stata la fine.

Nel 17/18 abbiamo partecipato solo ad ai campionati Under 16 ed Under 15 Eccellenza maschile, continuando l’attività femminile con l’under 16 e l’innesto di una super coach come Elena Bellastella.

Marco Esposito ha proseguito la sua attività con il gruppo senior amatoriale con la prima divisione e la UISP.

La squadra under 16 ha centrato l’interzona dove pur priva del suo capitano ha disputato tre ottime gare giocandosela con tutti e mostrando grandi progressi! Abbiamo partecipato a due importanti tornei nazionali a Trapani e Trieste con le squadre più forti d’Italia, una esperienza determinante.

L’under 15 ha sofferto un po’ dei cambiamenti avvenuti durante l’anno, pur con un gruppo interessante in prospettiva futura. Il risultato finale è stato deludente ma è iniziato un importante processo di crescita.

Le streghette di Elena Bellastella hanno fatto grandi progressi con un processo di crescita notevole.

La serie C della Megaride è stata la più sacrificata, pochi allenamenti tutti insieme per i doppi tesseramenti con la serie A, ma pur essendo la squadra più giovane d’Italia in questa categoria, abbiamo sfiorato la possibilità di andare in C Gold. Nei playout c’è voluto un canestro allo scadere del supplementare dell’ultima partita per decretare la nostra salvezza.

Ma la situazione dei campi ci ha poi portato a rinunciare alla richiesta di ripescaggio ed alla partecipazione alla C Silver.

Grande la soddisfazione di vedere tutti i nostri giocatori dell’under 18 finalista ad Udine, giocare nei campionati senior con grande autorevolezza, sia l’anno scorso che in questa stagione.

Una nota per i nostri coach Ale Rossi diventato Head Coach a Rieti con ottimi risultati, confermati in questa stagione, Aldo Russo coach ad interim a Napoli in una situazione drammatica, e Francesco Cavaliere, pur ormai lontano da Vivi Basket, promosso terzo allenatore ad Avellino.

Ma già da aprile con Peppe Domenicone e Fabio Schisano abbiamo iniziato a programmare il futuro. Il primo passo è stato il ritorno di Alfredo Lamberti, fulcro tecnico del nuovo progetto.

Abbiamo raggiunto un proficuo accordo con la Pall. Cercola per i due campionati Under 18 e 16 di Eccellenza. Da giugno ci siamo messi al lavoro per integrare le forze e reclutare nuovi ragazzi. È un lavoro complesso ma l’istancabile Alfredo, con il suo staff ha lavorato alacremente, oltre 160 allenamenti dall’inizio stagione e lentamente si vedono i risultati. Il progetto è al primo anno e ci vuole pazienza ma le premesse sono ottime.

Il lavoro fatto dietro le quinte dal gruppo dirigente di Cercola e dal nostro sta garantendo alti standard qualitativi al lavoro, con miglioramenti evidenti in tutti i ragazzi.

Contemporaneamente è nata la collaborazione con la C Gold di Cercola, una squadra giovane, diretta da Gigi Caprio che è anche assistente di Alfredo Lamberti con gli U18.

A dicembre la quarta edizione del Memorial Di Falco per ricordare Sandro con tutta la sua splendida famiglia a darci supporto, un evento ormai tradizionale.

La femminile ha raddoppiato, partecipando a due campionati, 16 e 18, ed a giorni partirà il gruppo u14 UISP. Tutto ciò è stato possibile anche grazie all’accordo con l’Olimpia Capri di cui siamo diventati società satellite.

Stiamo già lavorando per il futuro perché Napoli è la Campania devono risorgere, non deve più succedere che i nostri ragazzi debbano andare via da giovanissimi ed anche da senior.

Le idee e la volontà di tutti ci sono, il materiale su cui lavorare è straordinario. Rinnovando il progetto tecnico che dal 1998 ha portato la Partenope, prima, e Vivi Basket, poi, a diventare realtà di qualità riconosciute in Italia, così come Cercola che, con il suo ricco vivaio e l’entusiasmo e qualità dei dirigenti, si potrà coinvolgere altre realtà economiche ed organizzative per costruire un futuro sempre più roseo,