#MandiViviBasket: “Black” Urso, figlio d’arte

Diego Urso è figlio di Willy, centro bonsai del basket campano, guerriero di mille battaglie nei campionati nazionali. Diego è nato cestisticamente a Pozzuoli, l’anno scorso il trasferimento a Montegranaro per poi tornare a Napoli a settembre 2017 con l’obiettivo di raggiungere la finale nazionale con i compagni di tante battaglie.

UrsoArtCome descrivi la stagione appena conclusa?

Un traguardo importante per me e la società, frutto di un duro lavoro che non ha visto fine settimana liberi durante l’anno.

E come vedi queste prossime finali nazionali da giocare?

Vedo queste finali come un’altra esperienza da cui trarre benefici.

Qual è la cosa più importante che un allenatore ti abbia mai detto?

“Quello che fai regolarmente ogni giorno, determinerà chi sarai un domani “.

Sport e vita di tutti i giorni, come concili le due cose?

Nell’arco della giornata si dedica del tempo allo sport, allo studio come alle relazioni personali.

Cosa rende speciale un giocatore?

Essendo un sport dove tutti attaccano e difendono, la versatilità di un giocatore è la chiave del gioco.

Quali sono i tuoi modelli di riferimento, nella vita e nello sport?

I miei modelli di riferimento nella vita e nello sport sono tutte quelle persone che lavorano duramente per raggiungere i propri traguardi.

In conclusione, si va a Udine per…?

Giocare la nostra pallacanestro, semplice.