Rubini, gli allenatori, le vittorie e l’organizzazione…

Rubini, gli allenatori, le vittorie e l’organizzazione…

21 gennaio 2014 Non attivi Di dilorenzo

Era metà settembre del 1991, ci ritrovammo a Roma nella sede della FIP con tutti gli allenatori del Settore Squadre Nazionali, da Gamba a noi delle giovanili, maschile e femminile, con la presenza dei funzionari del settore, Claudio Silvestri e Bianca, tutti felici per una estate di successi straordinari, si scherzava in attesa dell’arrivo del responsabile del settore: Cesare Rubini. Eravamo certi che sarebbero arrivati elogi e si sarebbe passati alla programmazione per la nuova stagione ed invece… Cesare Rubini iniziò con un passaggio rapido sui risultati per poi richiamarci con molta forza! Era arrabbiato, non capivamo con chi ce l’avesse, ma presto capimmo: nelle interviste post successi avevamo parlato di noi, dei giocatori, non voleva mai che dessimo dei giudizi sui singoli, ma avevamo dimenticato di sottolineare il ruolo della Federazione e di tutti i funzionari che lavoravano perché tutto funzionasse al meglio!!!

Un insegnamento che non ho mai dimenticato: non si può fare nulla in un club, in nazionale se non c’è un’organizzazione che permetta ad atleti e allenatori di lavorare dando loro l’opportunità di prepararsi nel migliore dei modi possibile e ottenere dei risultati! La squadra è non solo quella che va in campo, formata da atleti e allenatori, ma anche quella che lavora ogni giorno perché ciò accada, chi lo dimentica non ha futuro nello sport e nella vita.