Serie C: La Megaride vince la corrida con San Nicola Cedri

Serie C: La Megaride vince la corrida con San Nicola Cedri

6 dicembre 2013 Non attivi Di dilorenzo

Cedri San Nicola – Megaride Napoli 72-85
17 – 19, 33-41, 49-56

Cedri: Santoro: Santoro 7, Tardi 2, Del Monaco 2, Della Peruta 19, Cerciello 12, D’Angelo 12, Cipriano 15, Salzillo, Lombardi, Formato, Avizzano. Allenatore Falcombello

Megaride: Di Girolamo 2, Alfè 2, Savarese 30, Illiano 5, Carbone 3, Azan 23, inamore 2, Marra 7, Conte 9, Buongiovanni L, Buongiovanni V. All. Barresi, Ass. All. Cavaliere, Ass. All. Fonticelli

La giovane Megaride sbanca il campo dei Cedri San Nicola dopo una gara quasi sempre condotta e nonostante abbia dovuto patire durante la gara ben tre gravi infortuni.
I ragazzi di coach Barresi hanno conquistato i due importantissimi punti in palio grazie ad una prova tutta carattere e determinazione contro i Cedri che sono apparsi determinatissimi e con un incredibile ardore agonistico.
I Cedri recuperano Tardi ma lamentano le solite assenze.
Ma anche la Megaride perde prima il capitano Domenicone che subisce un contatto durissimo a seguito di un’azione di contropiede dove riceve un colpo alla schiena che lo costringe ad abbandonare il campo a braccia. Alcuni minuti dopo anche il giovane Marra subisce un fallo analogo anch’egli in contropiede con un duro contatto che gli fa patire una distorsione al ginocchio che gli impone di abbandonare anch’egli il campo a braccia.
La gara ha visto le due squadre giocare sempre a ritmi altissimi, scambiandosi folate di contropiedi nati da difese aggressive.
In più di un’occasione i padroni di casa sono stati bravi a ribaltare i piccoli break costruiti dagli ospiti per passsare a condurre ma Alfè e compagni hanno saputo sempre reagire e mantenere spesso il comando nel punteggio.
L’ultimo quarto è il più intenso con la difesa di casa che alza al massimo la pressione nel tentativo di recuperare, mettendo a volte in difficoltà i napoletani. Ma un super Savarese ben coadiuvato da un consistente Azan mettono sempre i canestri importanti che consentono alla Megaride di tenere a bada gli avversari.
Si finisce così con la solita roulette del fallo sistematico da parte dei padroni di casa negli ultimi due minuti, ma gli ospiti si dimostrano freddissimi nel mettere con regolarità a segno i tiri liberi conseguenti.
Buona prova tra i padroni di casa di Cipriani, Della Peruta e Cerciello. Tragli ospiti super Savarese, bene il già citato Azan in fase realizzativa ma tuttii vari Carbone, Illiano, Alfè hanno saputo dare un fondamentale contributo come Marra e Domenicone fino ai loro infortuni. Assolutamente inadeguati gli arbitri!