Un amico di Vivi Basket: Marco Pomicino

Marco ci è stato vicino negli anni belli della serie A ma soprattutto nei momenti tosti della chiusura e del nostro tentativo di andare avanti. Con la sua voglia di vivere, con la sua ironia, come nostra voce pubblica, Vivi Basket Sto arrivando! Di averlo sempre vicino!

Il Prof. Di Lorenzo mi chiama e mi chiede di scrivere un articolo sulla mia esperienza con il basket e con Vivibasket…insomma una sorta di macchina del tempo.

Meglio non essere precisi con le date, altrimenti poi ci rendiamo conto di quanto tempo è passato. Il mio approccio con il dietro le quinte del basket è “colpa” dell’Avvocato Maione. Lavoravo per lui quando decise di comprare il basket Napoli e mi trovai dentro un meccanismo che mi avrebbe regalato una marea di emozioni. La finale promozione a Reggio Emilia (con il mio fax il giorno prima per convincere l’Avvocato ad andare), il trasferimento al Palabarbuto, l’esordio in Eurolega, “Lynn Greer sulla sirena”, la vittoria della Coppia Italia (ed i suoi 15 punti come ricordo). Di cose da raccontare ce ne sarebbero tante, ma l’aspetto più importante è che il basket mi ha permesso di conoscere tantissime persone molte delle quali sono diventati amici…e poi mi ha portato una moglie, ma questo è da vedere se è un aspetto positivo ahahah!!

Gli eventi noti hanno portato alla fine del Basket Napoli…ma come sempre accade nella vita, da una cosa poco piacevole spesso se ne genera una bella. Il prof. Di Lorenzo si è rimboccato le maniche e Vivi Basket passo dopo passo è diventata una delle migliori realtà per l’attività giovanile nella pallacanestro italiana. Le difficoltà sono state tante, anche perché spesso e volentieri nella nostra città si fa fatica a fare gruppo e le collaborazioni sono viste sempre con sospetto. Meglio coltivare il proprio piccolo orticello piuttosto che condividere idee e progetti. Eppure lo sport è questo, condivisione. Il basket poi…è uno sport di squadra e i risultati arrivano quando tutti remano nella stessa direzione. La dimostrazione è proprio la storia del Basket Napoli che ha funzionato finché qualcuno non ha pensato di farlo diventare il suo piccolo centro di potere…

Torniamo a Vivi Basket….il fatto che funziona lo dimostrano i vari ex-ragazzi in giro per l’Italia….Aldo Russo, Alessandro Rossi, Francesco Dragonetto, Francesco Cavaliere….solo per citarne alcuni…oggi camminano da soli ma dentro hanno il sangue di Vivi Basket. Il Prof Di Lorenzo è uno tosto, nel bene e nel male, ma se riesci a stargli accanto ha mille cose da insegnarti. Questo non significa garanzia di successi, perché per fortuna lo sport e soprattutto il basket dipende da mille fattori, ma avere delle basi come quelle che ti dà Vivi Basket ti serve tutti i giorni, sul parquet e nella vita.

Ora però la smetto con i complimenti, altrimenti mi tocca mandare la fattura al Prof…..

Però vi dico che se avete un figlio e volete fargli fare un’esperienza di vita, Vivi Basket è il posto giusto. Certo, vi potrà capitare di avere contatti con casertani (vero dottoressa Bonacci?!) ma imparerete a trovare del buono anche in loro. Potrebbe accadere che un giorno, mentre staranno facendo tutt’altro, magari affrontando una delle difficoltà che la vita ti mette davanti, si ricorderanno un episodio legato a quella palla a spicchi….e sorrideranno. Buon Natale e buon basket a tutti

Marco Pomicino